“Riflettere il Paesaggio”

Yoga e Turismo Responsabile

Castel del Monte (AQ) – Abruzzo

yoga e turismo responsabile in abruzzo

Un’esperienza di meditazione nella Natura selvaggia dell’Abruzzo, che con la sua purezza vi farà riflettere sul rapporto tra l’Uomo e la Natura.
Riscoprirete lo stare al Mondo al di fuori degli schemi quotidiani e all’interno di un meccanismo armonioso, regolato dalla sorprendente logica di Madre Terra.

Meditazione Zazen:

Praticando Zazen in uno scenario naturale ed incontaminato non è difficile raggiungere quello che vine definito Samadhi Positivo; ben diverso dal Samadhi Assoluto, frutto di una vita dedicata a questo scopo.
La respirazione molto intensa e profonda infatti agisce sulle nostre cellule nervose, sui sensi, che, una volta liberati dalle catene del controllo, vengono stimolati in profondità. L’io retrocede… se c’è un impegno totale sperimentiamo quell’apertura che ci fa sentire tutt’uno con la madre terra.
La visione di un gatto che si stira al sole, l’albero illuminato dalle fronde brillanti che frusciano al vento, il cielo stellato, la luna oscurata dal promontorio, tutto questo siamo noi.
Si può arrivare a piangere per la commozione davanti ad un ciliegio fiorito, come è successo a me di recente, letteralemente crollato di fronte a tanta stupefacente armonia.
Quando si torna alla normalità non si dimentica…abbiamo sperimentato noi stessi…la realtà poetica della cose, della nostra vera vita emozionale.

Yoga:

Il corso o seminario è orientato per praticanti di tutti i livelli, a partire dalla base.
Si viene introdotti all’uso di alcuni Bandha e respiro ujiay.
Le asana per chi pratica intermedio/avanzato vengono spinte sino ad Bhujapìdàsana, Astavakràsana, Kukkutasàna, e varianti di Sìrsàsana. In questo caso è prevista una lezione di 30 minuti in più.
Si viene introdotti all’ascolto consapevole di alcuni Chakra.

IL VIAGGIO…

Riflettere il paesaggio è un percorso intorno e dentro la polpa del nostro Essere. E’ un’esperienza conoscitiva che
riguarda il nocciolo, l’intimo stare al mondo. Si interroga del rapporto tra Uomo e Natura e risponde al naturale
bisogno di trovare stimoli ed energia negli ambienti puri, selvaggi ed incontaminati. E’ emozione e riscoperta di se
stessi e della propria natura al di fuori al di fuori degli schemi e degli obbiettivi della società. E’ comprendere di far
parte di un meccanismo armonioso e puro regolato da Madre Terra e dalla sua sorprendente logica.

IL CORSO…

Il corso, aperto a tutti, è suddiviso in 3 Lezioni di 60 minuti circa, ed è strutturato in un serie di asanas fluide ed
armoniche, assegnate in base alle esigenze di ogni utente; per chi pratica yoga ci saranno posture più intense.
Inoltre sono previsti momenti di meditazione zazen e per le due serate letture di brani tratti dai testi “Alce Nero Parla”
e da “La preziosa ghirlanda dell’insegnamento degli uccelli”. Seguiranno riflessioni, domande, chiarimenti.

L’INSEGNANTE…

Ariele Pittalà, ricercatore del vero, vive a Castel Del Monte.
“Io credo che lo Yoga sia volontà di capire la realtà come lo è la filosofia, ma mentre la filosofia attraverso i testi limita la conoscenza all’intelletto, lo Yoga ti fa arrivare alla pura consapevolezza, al superamento del dualismo tra corpo e mente. Io leggo… ma non basta studiare. Dove non riesci ad arrivare con la logica è necessario praticare l’esercizio fisico, che può essere anche duro, ma risveglia gli istinti primari, spinge ad integrare comprensione ed intuizione, a scoprire la nostra vera natura.”

Programma…

Venerdì…

  • Ore 12.00 Rendez-vous a Castel Del Monte presso il Rifugio Del Pastore.
    Sistemazione negli alloggi, pranzo con deliziosi e genuini piatti della cucina di Rita, la proprietaria del Rifugio.
    Castel del Monte è un piccolo borgo nella Provincia di L’Aquila situato a 1345 metri di altitudine. Fa parte del famoso Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e rientra all’interno del Distretto delle Terre della Baronia, nel quale sono ricompresi alcuni tra i più suggestivi borghi d’Italia, come Santo Stefano di Sessanio e Rocca Calascio. Ha alle sue spalle il Gran Sasso, la vetta più alta dell’Appennino, e l’Altopiano di Campo Imperatore, uno dei più suggestivi paesaggi dell’intera Italia. Davanti a sé, invece, si stagliano le montagne del Sirente e della Majella.
  • Ore 16.00 Lezione di Yoga della durata di un’ora ed aperta a tutti, a cui segue una breve camminata sino la sommità della collina antistante il paese. Raggiunto il posto di meditazione, 20 minuti saranno dedicati a questa pratica silenziosa il cui scopo, insieme agli esercizi precedenti e preparatori, è liberare la mente per entrare a contatto diretto col paesaggio. Cellulari rigorosamente spenti.
  • Ore 19.30 Cena da Rita.
  • Ore 21.30 Lettura con sottofondo musicale di alcuni estratti del libro: “Alce Nero Parla” edito Adelphi; testimonianza visionaria del famoso sciamano Lakota appartenente ad un popolo, quello degli Indiani D’America, in profonda sintonia col mondo naturale.

Sabato…

  • dalle ore 7.30 alle ore 8.30 Colazione.
  • Ore 9.00 Appuntamento presso il Rifugio della Rocca.
    Posto a 1.460 metri di altitudine, Rocca Calascio è il borgo più alto dell’Italia Centrale.
    Le case sono strette le une alle altre, quasi a formare mura difensive, e viste dal basso sembrano alte ed imponenti.
    Sopra di loro, l’ombra del fiabesco Castello sorveglia la tranquillità di quei pochi abitanti, che dimorano nel silenzio magico di questi luoghi, in cui arte e natura si tendono la mano a creare un capolavoro assoluto.
    Sono stati il film “Ladyhawke” e “Il nome della Rosa” che hanno reso famoso questo Castello e tutto il borgo di Rocca Calascio. Posto sopra il paese, a 1.500 metri di altitudine, il Castello di Rocca Calascio è il più alto d’Italia. E’ costruito interamente in pietra e sembra mimetizzarsi con le rocce che lo circondano, quasi fosse creazione spontanea della montagna. La sua posizione regala a chi lo raggiunge panorami e sensazioni straordinarie, che riportano indietro nel tempo, in una natura incontaminata e unica, come quella del Gran Sasso d’Italia.
    Vicino al Castello sorge la Chiesa di Santa Maria della Pietà, edificata nel luogo in cui, secondo un’antica tradizione, gli abitanti di Rocca Calascio sconfissero un gruppo di banditi che razziava i loro beni.
  • Ore 9.15 Lezione di yoga all’interno dell’antico borgo medievale e presso la struttura ricettiva.
  • Ore 10.15 Visita della Rocca; a cui segue meditazione sul prato erboso antistante Santa Maria della Pietà.
  • Pranzo al sacco offerto dal Rifugio della Rocca.
  • Pomeriggio: Mini-trekking da Rocca Calascio sino al magnifico e ben conservato Borgo di Santo Stefano di Sessanio.
  • Visita del borgo. Adagiato sulla cima di una collina ad un’altitudine di 1.251 metri, Santo Stefano di Sessanio gode di una posizione che regala al visitatore panorami suggestivi e meravigliosi come quelli offerti dalle cime del Sirente e della Majella a sud e dal maestoso Altopiano di Campo Imperatore a nord. Comune con una popolazione di 120 abitanti, come Castel del Monte anche Santo Stefano di Sessanio fa parte della prestigiosa selezione de “I Borghi più belli d’Italia”.
  • Ritorno a Rocca Calascio e relax.
  • Ore 19.30 Cena a Santo Stefano di Sessanio, nell’elegante struttura ricettiva del Cantinone, facente parte del Progetto di Recupero Edilizio dell’originaria architettura tradizionale denominato: Sexantio Albergo Diffuso. Vivande e vini di ottima qualità, tutti rigorosamente in linea con la sana e prestigiosa tradizione locale.
  • Ore 21.30 a seguire nella serata II° incontro/lettura con sottofondo musicale di alcuni estratti dell’antico libro sacro tibetano: ”La preziosa Ghirlanda dell’insegnamento degli uccelli”. Testo buddista di rara penetrazione e profondità psicologica, filosofica ed esistenziale, che rifacendosi alla favola degli uccelli parlanti ha come obbiettivo la suprema conoscenza della realtà ultima.

Domenica…

  • Sveglia presto e appuntamento alle ore 05.30 per andare ad ammirare l’alba a Campo Imperatore.
    Una breve camminata ci condurrà in una zona aperta da cui si può ammirare la magnifica Piana contornata dai crinali e vette della catena meridionale del Gran Sasso. Meditazione.
  • dalle ore 08.00 alle ore 9.00 Colazione
  • Ore 9.15 Lezione di Yoga all’aperto della durata di un’ora circa. A seguire spazio di riflessione per domande, chiarimenti, interventi. Nel caso di maltempo l’incontro si terrà nella Palestra Comunale.
  • Ore 12.30 Pranzo con specialità di Rita, un ottimo modo per salutarci e darci appuntamento alla prossima occasione.
  • Ritorno a casa.

Costi…

  • Gruppo da 4 a 6 persone: 350 €
  • Gruppo da 7 a 10 persone: 310 €

La quota di partecipazione comprende:

  • tutti i pernottamenti in hotel con camera doppia come da programma
  • tutti i pasti come da programma
  • corso di yoga e meditazione zazen
  • accompagnatore
  • organizzazione tecnica
  • spese di segreteria e di spedizione

La quota non comprende:

  • trasporti
  • bevande
  • consumazioni fuori dai pasti
  • extra personali
  • assicurazione di viaggio
  • tutte le voci non comprese nel programma

La cifra stabilita prevede un certo tipo di vitto e alloggio e nel caso si desiderino delle sistemazioni diverse il maggior
valore sarà a carico del cliente.

Se vuoi partecipare a questa attività richiedi disponibilità compilando i campi seguenti





/
/

( mm / dd / yyyy )


*Normativa sulla privacy


proposte-ed-eventi-sulla-majella