Giovedì 18 agosto 2016

Miniere della Majella e 

Cascata di Cusano

Roccamorice/Abbateggio (PE)

Majella – Abruzzo

Le miniere località Pilone - Majella - Abruzzo - Italy  Ingresso laterale miniere della Majella - Abruzzo - Italy

per newsletter - La Cascata di Cusano sulla Majella - Abruzzo - Italy  Attraversamento in acqua per arrivare alla Cascata di Cusano - Majella - Abruzzo - Italy

Miniere, ruscelli e cascate

”Calpesteremo i sentieri che migliaia di donne e di uomini percorrevano tutti i giorni per andare a lavorare nelle Miniere di bitume della Majella…

Ascolteremo le loro storie, con la complicità della magia che aleggia nell’aria, che ci porterà ad immaginare le voci e la fatica di quanti riponevano qui tutte le loro speranze per un futuro migliore…
Il bitume, unica fonte di sostentamento per le famiglie in un’epoca in cui il solo possedere pochissimo denaro era una ricchezza inestimabile.

E poi risaliremo il torrente Cusano, fino ad arrivare alla sua paradisiaca cascata fatta di acque cristalline”

Informazioni…

Difficoltà: percorso che richiede una certa famigliarità ed una certa abilità alla camminata nel corso di un torrente, che seppur con poca portata, richiede l’attraversamento di superfici ciottolose e pietrose, nonché l’aiuto delle mani in alcuni tratti. Nell’ultimo tratto prima di arrivare alla cascata, c’è il punto più alto di attraversamento nell’acqua, di circa 140 cm di altezza e 2 m di lunghezza. Tipologia EE (escursionisti esperti), bimbi da 12 anni in su

Lunghezza: circa 3,5 km totali, di cui 400 m nel letto del torrente

Dislivello: circa 160 m (intera giornata)

Durata: circa 7 ore comprese di soste

Dove: Miniera del Pilone – Cascata di Cusano – Roccamorice (PE) – Lettomanoppello (PE) – Parco Nazionale della Majella – Abruzzo

Cosa faremo…

Cammineremo sui sentieri che conducevano alla Miniera di bitume del Pilone, dove in un surreale “terzo paesaggio” visiteremo dall’esterno le gallerie estrattive della roccia bituminosa della Majella; ascolteremo le testimonianze dei minatori che fino agli anni ’50 hanno lasciato in questi luoghi sudore, sacrifici e fatica Dopo un breve pic-nic vicino la cascata del Pilone, ci sposteremo con le auto nella vicina Abbateggio, dove il torrente Capo La Vena scorre in una forra molto suggestiva e ricca di vegetazione. Scenderemo attraverso il bosco per un breve tratto in pendenza, fino ad arrivare nel letto del torrente; qui inizierà la breve risalita tra piccoli guadi e tratti in secca che le acque del torrente toccano solo nei periodi di massima portata. Lo scenario che ci troveremo di fronte dopo qualche decina di metri ci lascerà senza fiato: in questo angolo della Majella tutto è rimasto ancora così selvaggio ed incontaminato, e le acque limpide e cristalline di questo torrente ne sono una continua conferma. Nell’ultimo tratto, prima di arrivare alla cascata di Cusano, si attraverserà un punto in cui l’altezza dell’acqua è di circa 140 cm per circa 2 m di lunghezza. Oltre, lo scenario che si presenterà davanti ai nostri occhi, ripagherà tutta la fatica impiegata durante il percorso; una lunga sosta, in completo relax, prima di riprender la via del ritorno verso le nostre auto.

Percorso…

di lunghezza circa 3,5 km totali, di cui 400 m nel letto del torrente, su sentieri a fondo terroso e pietroso in ambiente boschivo e in spazi aperti. Richiede una certa famigliarità ed una certa abilità alla camminata nel corso di un torrente, che seppur con poca portata, richiede l’attraversamento di superfici ciottolose e pietrose, nonché l’aiuto delle mani in alcuni tratti. Prima di scendere nel torrente, si camminerà lungo un breve sentiero a fondo terroso, che presenta comunque una pendenza piuttosto marcata. Nel punto più alto dell’attraversamento il livello dell’acqua è di circa 140 per circa 2 m di lunghezza, oltre il quale ci si aprirà la visuale della fantastica “Cascata di Cusano”. A questa escursione non potranno partecipare bambini di età inferiore ai 12 anni.

Flora e Fauna…

Questa è l’area frequentata dal lupo, dalla volpe, dal cervo, dai caprioli e dalla rana appenninica. In questo periodo si possono ammirare anche diverse specie di fiori.

Equipaggiamento necessario…

Zaino, muta (consigliata), scarpe da trekking (obbligatorie) e scarpe da scoglio (consigliate), costume da bagno, telo da mare, abbigliamento a strati (da giacca antivento a t-shirt anche doppia per ricambio), berretto con visiera, crema solare, pranzo al sacco e frutta secca, acqua almeno 2 l (o borraccia da riempire a San Valentino in A.C.).

Le scarpe da scoglio, oltre ad esser molto pratiche e adatte per questo tipo di escursioni, sono facilmente reperibili nella grande distribuzione a prezzi economici (8-10 euro).

Programma…

  • Ore 8:30 ritrovo in piazza a San Valentino in Abruzzo Citeriore [riceverai tutte le informazioni sul luogo di ritrovo dopo l’iscrizione]
  • ore 16:30 fine escursione

Costo

  • € 15,00 (minori sconto del 50%)

Informazioni

Dove dormire…

scegli-il-tuo-alloggio-sulla-majella-in-abruzzo

EVENTO CONCLUSO

Se vuoi essere informato sulle prossime iniziative di Majellando iscriviti alla Newsletter compilando i campi seguenti





Messaggi su WhatsApp?

Cosa vuoi fare sulla Majella? (anche più opzioni)

    – Trekking

    – Ciaspolata

    – Equitazione

    – Mountain Bike

    – Trailrunning

    – Arrampicata

    – Sci Alpinismo

    – Speleologia

    – Parapendio

    – Borghi e Musei

    – Eventi e Tradizioni

    – Fotografia

    – Agriturismo e Ricettività

    – Relax e Meditazione

    – Percorsi del Gusto