Domenica 26 marzo 2017

Introduzione allo Sci Alpinismo

Monte Rapina – Caramanico Terme (PE) – Majella

introduzione allo sci alpinismo sulla Majella con guida alpina

Cosa faremo…

Bellissima salita di sci alpinismo classico: il panorama, la sciata e l’ambiente sono veramente superbi. Il panorama è tra i più belli dell’Appennino Centrale, dal mare ai Sibillini, dal Gran Sasso al Velino, dai monti del Parco Nazionale d’Abruzzo ai Simbruini.

Informazioni

  • Dislivello: circa 580 m fino al Rifugio Barrasso, circa 1100 metri fino alla vetta del Monte Rapina
  • Difficoltà: BSA [Buon Sciatore Alpinista]- (MS fino alla quota 2463)
  • Orario: 5/6 ore (A/R)
  • Esposizione: Nord

Programma…

  • ore 7.30 ritrovo a San Valentino in A.C. (PE) [riceverai tutti i dettagli dopo l’iscrizione]

Attrezzatura…

Set completo da Sci da scialpinismo (sci con attacchi da scialpinismo, scarponi da skialp, bastoncini telescopici, pelli di foca adatti ai propri sci, rampanti adatti al proprio attacco), piccozza, ramponi con antizoccolo, ARTVA, pala, sonda.
L’abbigliamento da portare è quello classico da sci alpinismo; utili sicuramente anche un guscio impermeabile, un capo termico (tipo piumino comprimibile o meglio un Primaloft) ed eventualmente un paio di guanti di riserva.

Costi…

La gita è a numero chiuso fissato in max. 8 partecipanti. Il costo per persona è di 35,00 euro (in base al numero di partecipanti, la quota può subire delle variazioni) e comprende l’accompagnamento della Guida Alpina e relativa copertura RCT. Non include tutto quanto non espressamente elencato.
A giudizio della guida, la gita può essere modificata, sospesa o annullata, in qualsiasi momento, anche in considerazione delle condizioni climatiche e di preparazione dei clienti.

Salita…

S’inizia a percorrere la strada del Guado, tagliandone un paio di curve. Si aggira a sinistra (nord) un dosso (Colle del Lettuccio) e si prosegue verso sud-est per l’ampia china, fino a raggiungere la larga cresta nord nord-ovest del Rapina. Si sale il dolce crestone costeggiando il violoncello del Prato della Corte ed il piccolo rifugio Paolo Barrasso 1542 m, posto sotto una caratteristica macchia circolare di faggi (locale invernale sempre aperto, ma spesso sommerso dalla neve). Proseguendo la salita sul terreno aperto disseminato di radi pini mughi si arriva sul bordo di una conca. La si attraversa giungendo in breve la poco pronunciata Cima del Monte Rapina 2027 m (ora 3.00).

Discesa…

Dalla cima scendere attraverso il catino e proseguire a destra (nord) per il Prato della Corte, dove la neve è in genere ottima, ben riparata dall’azione del vento e dal sole; altrimenti percorrere a ritroso la cresta di salita, dove proprio il sole può avere preparato un perfetto firn primaverile anche in pieno inverno. Scendendo lungo il Prato della corte si dovrà poi traversare in basso sulla sinistra (ovest) per riprendere la traccia del mattino e ritornare alle auto.

Info aggiuntive…

Durante l’itinerario, la guida alpina fornirà tutti gli elementi descrittivi dei paesaggi circostanti e delle tecniche di salita e discesa; a discrezione dei partecipanti, ci si potrà concentrare sull’apprendimento delle varie modalità di inversioni in salita e delle diverse tipologie di curve che si effettuano in discesa, in base al tipo di neve che si incontra. Verranno fornite anche nozioni di sicurezza e di nivologia. Specifiche richieste potranno essere discusse in loco.

Se vuoi iscriverti o per maggiori informazioni compila i campi seguenti





Messaggi WhatsApp?


*Normativa sulla provacy



 
proposte-ed-eventi-sulla-majella